redazione

AXA Italia va oltre l’assicurazione: con la nuova piattaforma Salute

Un ecosistema di servizi integrati per offrire al cliente un’esperienza unica sul mercato

CDA delibera liquidazione azioni del recesso e approva nuova struttura organizzativa

Il Consiglio ha inoltre approvato la riorganizzazione proposta dell’Amministratore Delegato, Carlo Ferraresi.

Siglata partnership tra Minsait, ATUM e Intek. Nasce una nuova proposta integrata per le Assicurazioni

Obiettivo dell’intesa è dare vita e valorizzare vicendevolmente sui propri mercati di riferimento, in Italia e all’estero, un’offerta integrata, completa, multidevice e multicanale per il mondo Insurance e Insurtech

ConTe.it lancia “ConTe Cane e Gatto”

Una polizza per gli amici a quattro zampe che rimborsa le spese veterinarie in caso di infortunio o malattia, le spese di ricerca in caso di smarrimento, include la consegna dei farmaci urgenti a domicilio e l’assistenza di un consulente veterinario 24 ore su 24

ConTe.it, brand assicurativo italiano del Gruppo Admiral, annuncia il lancio di ConTe Cane e Gatto, la polizza pensata ad hoc per gli amici a quattro zampe. Dopo essere entrata nel mercato dell’assicurazione auto e moto in Italia nel 2008 ed aver superato la soglia dei 700 mila clienti nel 2020, ConTe.it ha scelto di ampliare la propria gamma prodotti per essere sempre più vicina alle famiglie italiane e ai loro affetti più cari.

Con oltre 14 milioni di cani e gatti, l’Italia rappresenta un mercato molto interessante e, per questo motivo, è il primo Paese fuori dal Regno Unito dove il Gruppo Admiral – leader nella vendita di assicurazioni auto presente in 8 Paesi nel mondo – ha deciso di entrare nel segmento degli animali da compagnia.

In particolare, secondo il Rapporto Eurispes 2020, in Italia, quattro famiglie su dieci (39,5%) accolgono almeno un animale in casa. Un trend in crescita rispetto agli anni precedenti (33,6% nel 2019 e il 32,4% nel 2018) con addirittura un 10% delle famiglie che possiede due animali domestici. Il Bel Paese sembra preferire i cani, nel 48,8% dei casi. A scegliere un gatto sono invece il 29,6% degli italiani.

Vivere con gli animali domestici implica necessariamente delle responsabilità e per questo motivo la polizza ConTe Cane e Gatto è stata studiata ascoltando suggerimenti, esigenze ed esperienze di chi vive insieme ad un amico a quattro zampe. Da questa condivisione è nata una copertura assicurativa che offre le cure migliori agli animali da compagnia grazie al rimborso delle spese veterinarie impreviste per infortuni e malattie, la copertura delle spese di tutela legale, di ricerca in caso di smarrimento e dei costi funerari.

La polizza include anche la consegna di farmaci a domicilio e l’assistenza telefonica di un consulente veterinario 24 ore su 24. Sono disponibili tre pacchetti modulari a partire da 9,99€ al mese, acquistabili sia con pagamento annuale che mensile.

Sono assicurabili tutte le razze di cani e di gatti dotati di microchip e con un’età compresa tra i 6 mesi e gli 8 anni. Inoltre, se l’animale viene assicurato prima del compimento degli 8 anni,

rinnovando la polizza con ConTe.it di anno in anno, la protezione sarà garantita per tutta la sua vita.

Il lancio di questo prodotto segna una svolta importante per ConTe.it perché rappresenta il primo vero passo verso una diversificazione del business” – dichiara Antonio Bagetta, Amministratore Delegato di ConTe.it. “Attualmente nel nostro Paese a fronte di una forte crescita della spesa per i propri animali domestici l’offerta di prodotti assicurativi dedicati è ancora abbastanza limitata. Inoltre, l’interesse del mercato è forte non solo per l’amore che quasi la metà degli italiani nutre verso i propri animali, ma anche per la crescente consapevolezza che le coperture assicurative possono garantire una maggiore sicurezza nella vita quotidiana”.

In linea con la strategia di ConTe.it di sviluppo innovativo dell’offerta e semplificazione dei servizi, i clienti potranno contare su chiarezza, trasparenza e semplicità di acquisto.

La polizza ConTe Cane Gatto è acquistabile sia online sul sito https://canegatto.conte.it in pochi e semplici click, che con il supporto di una rete vendita telefonica dedicata.

A supporto del lancio della polizza “ConTe Cane e Gatto” sono previste campagne che utilizzeranno principalmente i social e i canali digitali.

Competenze digitali? Con “Job Digital Lab” di ING e Fondazione Mondo Digitale la formazione è a portata di mano!

La formazione che ti rimette in gioco”, il programma formativo per chi è in cerca di lavoro

Net Insurance accresce il valore e la notorietà del brand raggiungendo il 19% degli italiani

Net Insurance presenta i positivi dati di crescita della notorietà del proprio marchio legati alla sua sponsorizzazione degli arbitri italiani di calcio. La notorietà del brand Net Insurance raggiunge in meno di due anni il 19% della popolazione italiana, crescendo ulteriormente al 25% tra gli appassionati di calcio. La ricerca di mercato condotta da Nielsen Sports, la società indipendente leader nella rilevazione dell’esposizione dei brand nell’ambito dello sport, certifica il successo della partnership con la  Federazione Italiana Giuoco Calcio e l’Associazione Italiana Arbitri e della complessiva strategia di comunicazione di Net.

La valorizzazione del proprio marchio è uno dei pilastri del Business Plan 2019 – 2023 della Compagnia che sulla base dei positivi dati di mercato rilevati ha deciso di prorogare l’accordo di sponsorship con FIGC – AIA al 2023.

“I risultati certificati da Nielsen Sports testimoniano che in meno di due anni Net Insurance è riuscita a valorizzare il proprio Brand quale asset fondamentale per la Compagnia. La partnership con gli arbitri ci consente di comunicare al pubblico i valori di autorevolezza, indipendenza e imparzialità rappresentati dal nostro marchio e dalla nostra offerta di servizi assicurativi.” ha commentato Andrea Battista, Amministratore delegato della società. “Questi numeri sono però solo l’inizio: continueremo in tale direzione per fare di Net Insurance un marchio di sempre maggiore rilevanza nazionale. Andremo avanti per rafforzare con determinazione la nostra strategia di investimento e sviluppare la leadership del marchio Net Insurance sul mercato assicurativo e sulle frontiere dell’Insurtech.”

Francesco Guido Bonetti, Presidente di Innova et Bella, advisor indipendente che ha sviluppato e coordinato la partnership tra Net Insurance e FIGC – AIA, ha aggiunto: “Sui mercati assicurativi, caratterizzati da una crescente competitività globale, accrescere il valore percepito del proprio brand e della propria offerta di relazione, prodotto e servizio,  rappresenta la priorità strategica di ogni leader di mercato. Non è un obiettivo facile da perseguire. I dati certificati da Nielsen Sports testimoniano come Net Insurance sia riuscita in un periodo così breve a conseguire risultati che la pongono fra i primi brand del settore assicurativo. Un grande successo che accresce il valore del brand Net Insurance a vantaggio della società, dei suoi azionisti e dei suoi clienti”.

“I dati relativi al ricordo della sponsorizzazione di Net Insurance sono stati rilevati attraverso la ricerca Fan Insights di Nielsen Sports, ricerca che da anni supporta le principali aziende del settore Sports & Entertainment al fine di valutare il ritorno delle sponsorizzazioni. Tale rilevazione è basata su interviste web eseguite su un campione statisticamente rappresentativo della popolazione italiana ad ottobre 2020. I dati sono stati analizzati confrontando i target strategici della popolazione italiana con il segmento degli interessati al calcio. La nostra ricerca di mercato certifica così con questi dati, da noi rilevati nel rispetto delle nostre migliori pratiche professionali, l’impatto del brand Net Insurance e della nuova sponsorship arbitrale all’interno del mercato italiano” – ha concluso Andrea Valadé, Director Business Development di Nielsen Sports.

Con AXA Italia X Factor 2020 si tinge di rosa

Il Gruppo assicurativo AXA Italia, main partner di X Factor 2020, show di Sky prodotto da Fremantle, prosegue il suo impegno a sostegno del talento e delle ambizioni dei giovani, mettendo al centro del quinto Live, in programma questa sera 26 novembre (alle 21.15 su Sky Uno, sempre disponibile on demand, visibile su Sky Go e in streaming su NOW TV; il mercoledì, in prima serata, su TV8), una special manche completamente “AXA” dedicata all’empowerment femminile, tema in primo piano nell’attualità e al cuore dell’impegno sociale del Gruppo.

Preceduta da un momento fortemente emozionale, la special manche che vedrà protagonisti i talenti sarà accompagnata da un’orchestra composta da 20 archi, un ensemble di musicisti tutte donne per l’occasione.

 AXA Italia dedica la special manche a tutte le donne, in linea con la con la brand promise “Know You Can” e ingaggia tutti, a partire dai giovani, su una delle sfide più importanti a livello collettivo per un futuro più sostenibile e resiliente, l’inclusione e la valorizzazione della diversità.

Temi da sempre prioritari, sia all’interno dell’organizzazione, in cui il Gruppo ha ad esempio raggiunto la parità a livello di assunzioni e ridotto in modo significativo il gender pay gap, che verso l’esterno, attraverso iniziative concrete e inedite come Angels4Women, il primo network di business angels per supportare l’imprenditoria femminile fondato con Impact Hub Milano, o Punto Donna nel quartiere Giambellino di Milano, in partnership con WeWorld Onlus, a supporto di donne vittime di violenza o esclusione sociale.

Ad oggi, Angels4Women raggruppa più di 60 Business Angels donne che hanno analizzato più di 200 startup femminili; sono state oltre 250 le donne che sono state accolte nel Punto Donne e circa 70 tra queste hanno avuto la possibilità di essere avviate a iniziative di supporto professionale.

Per maggiori informazioni, scopri il sito dedicato: https://xfactor.sky.it/axa

Cattolica, cresce il risultato operativo

Il Consiglio di Amministrazione di Cattolica Assicurazioni riunitosi oggi a Verona sotto la Presidenza di Paolo Bedoni ha approvato i risultati al 30 settembre 2020

Atanasio Pantarrotas, Vicedirettore Generale e Chief Financial Officer del Gruppo Cattolica Assicurazioni, ha commentato: “I risultati dei primi nove mesi dell’anno confermano la solidità del Gruppo Cattolica Assicurazioni
anche di fronte a un contesto di mercato, sociale ed economico eccezionale. Pur nell’inedito scenario che si è delineato in conseguenza della pandemia globale, al termine dei primi nove mesi del 2020 il Gruppo ha registrato un risultato operativo in sensibile miglioramento a 297 milioni di euro, con un Solvency II Ratio pari al 161% prima dell’impatto dell’aumento di capitale. Il solido andamento registrato finora ci permette di confermare
ancora una volta le previsioni di esercizio, con un Risultato Operativo atteso tra i 350 e i 375 milioni di euro. Alla fine del mese di ottobre è stato eseguito l’aumento di capitale da 300 milioni di euro riservato a Generali, passo
fondamentale per l’avvio della partnership con il Gruppo che ci permetterà di generare nel tempo ulteriore valore per i nostri stakeholder”.

La raccolta premi complessiva del lavoro diretto ed indiretto Danni e Vita1cala del 17,3% a €4.124mln prevalentemente a seguito del periodo di lockdown. Nel business Danni diretto si riscontra una flessione del 2,6% dovuta all’Auto. Il calo della raccolta Vita è pari al 24,0%.
Il combined ratio risulta in netto miglioramento al 90,0% (-5,1 p.p.) nonostante l’accantonamento per tener conto del voucher per i clienti Auto che pesa il 3,3% dei premi di competenza2. Grazie anche ad una crescita nel segmento Vita, il risultato operativo3 segna un deciso incremento del 37,5% a €297mln, portando il RoE operativo4 ad attestarsi al 10,0%.
L’Utile Adjusted5 ai 9M2020 è pari a €116mln, in crescita del 21,0% rispetto ai 9M2019 nonostante diverse svalutazioni su investimenti immobiliari (-€14mln), partecipazioni (-€5mln) ed azioni e fondi AFS(-€7mln). L’utile netto di Gruppo6 a €42mln (€84mln 9M2019) risulta in flessione rispetto all’anno precedente (- 50,5%) soprattutto a causa dell’impairment sul goodwill rilevato nel primo semestre (-€61mln).

Gestione Danni

La raccolta premi del lavoro diretto registra una flessione del 2,6% a €1.483mln.
Al risultato contribuisce per €726mln il segmento Non Auto, la cui raccolta è allineata allo scorso esercizio (+0,2%). I premi del segmento Auto si attestano a €757mln, in calo del 5,1% principalmente a causa della flessione della raccolta avvenuta nella fase di lockdown e dell’effetto delle iniziative a favore degli assicurati, tra cui il voucher. Il portafoglio polizze RCA, risulta in calo di circa 82.000 pezzi nei primi nove mesi del 2020, riduzione avvenuta prevalentemente nei primi quattro mesi dell’anno.
Il combined ratio7 passa da 95,1% a 90,0% (-5,1 p.p.) soprattutto grazie al deciso calo della frequenza legato alla minore circolazione veicolare e nonostante gli accantonamenti effettuati per far fronte al voucher per i clienti
Auto (corrispondente a 3,3 p.p. visibili nelle altre partite tecniche) e agli eventi atmosferici che hanno inciso per 7,1%, un livello ben superiore alle medie storiche, sia pure in linea con lo scorso esercizio. Il claims ratio del lavoro conservato risulta in calo al 56,1% (-9,0 p.p.) mentre l’expense ratio si attesta al 29,1%, in aumento di 0,3 p.p., prevalentemente per effetto del mix produttivo che incide sul commission ratio (+0,2 p.p). Si evidenzia che il claims ratio include l’ammontare dei sinistri legati al Covid-19 denunciati (soprattutto legati a business interruption e ad altre perdite pecuniarie).

Gestione Vita
Nel segmento Vita la raccolta del lavoro diretto è in calo del 24,0% a €2.625mln, anche per effetto della decisa decrescita durante il periodo del lockdown. Pur in un contesto di mercati finanziari decisamente sfavorevole,
le unit-linked mostrano un’incidenza del 24,4% sul totale della raccolta, quasi in linea con lo scorso esercizio.
Le nuove emissioni di polizze Vita rivalutabili con tassi garantiti pari a zero hanno favorito un progressivo ulteriore ribasso del minimo garantito medio dello stock di riserve del Gruppo, che si attesta a 0,51% (0,58% FY2019), in costante decremento come previsto dalle linee strategiche del Piano Industriale. Inoltre, la totalità delle nuove emissioni tradizionali è caratterizzata da un basso assorbimento di capitale grazie al loro ridotto profilo di rischio.
Gestione finanziaria e situazione patrimoniale Il risultato degli investimenti8 è pari a €374mln (€425mln 9M2019), scontando le svalutazioni sopra riportate (-€45mln lorde).
Gli investimenti ammontano a €32.637mln. Le riserve tecniche lorde dei rami Danni sono pari a €3.580mln (€3.704mln FY2019) e le riserve dei rami Vita, comprese le passività finanziarie da contratti di investimento, si attestano a €27.053mln (€28.003mln FY2019).
Il patrimonio netto consolidato è pari a €2.392mln al 30 settembre 2020, sostanzialmente allineato al valore del 31 dicembre 2019 (€2.351mln). L’indice Solvency II del Gruppo al 30 settembre 2020 è pari a 161%. Il ratio è
calcolato secondo la Standard Formula con utilizzo dei Group Specific Parameters (GSP) autorizzati dall’Organo di Vigilanza. Il ratio risulta in netto recupero rispetto al livello del trimestre precedente (141%) prevalentemente
grazie al restringimento dello spread sui titoli italiani (pari a -34bps sul nodo a 10 anni vs. la curva Euro Swap), e nonostante l’ulteriore discesa dei tassi risk free (-5bps il tasso Euro Swap decennale). Tale ratio non include l’effetto dell’aumento di capitale riservato di €300mln eseguito da parte di Assicurazioni Generali il 23 ottobre scorso. In base ad una stima, calcolata al 31 ottobre, l’indice Solvency II del Gruppo sarebbe pari a circa 205%; tale indicatore non tiene conto né dell’effetto potenziale dei recessi, né di quello dell’aumento di capitale in opzione già approvato e che sarà verosimilmente eseguito nei prossimi mesi.

Rete Distributiva
Al 30 settembre 2020 la rete agenziale conta 1.368 agenzie e gli sportelli di istituti bancari che collocano prodotti del Gruppo sono 5.953.

Emergenza Covid-19
Per fronteggiare la crisi sanitaria ed economica in corso, business continuity e workforce protection sono state garantite attraverso l’immediata adozione dello smartworking esteso a tutti i collaboratori del Gruppo. Sono state
eseguite le attività necessarie per il ritorno in sicurezza nelle sedi operative, avvenuto nel mese di settembre con un massimo del 25% del personale in presenza, ma agli inizi di ottobre il Gruppo ha ritenuto opportuno ritornare alla modalità full smartworking in virtù della ripresa del contagio, mentre a garanzia e tutela dei clienti restano a disposizione degli stessi gli strumenti messi a disposizione negli scorsi mesi (pagamenti da remoto, vendita a
distanza Auto e Vita, Voucher Auto)

Per quanto riguarda le implicazioni sul business di Gruppo si rilevano i seguenti punti:

  • al forte calo della nuova produzione nelle settimane di lockdown, sia Danni, sia soprattutto Vita, è seguito dalla riapertura un processo di ritorno ai livelli standard, più veloce nel canale agenziale, meno immediato in
    quello bancassurance. Nell’ultimo trimestre si confermano i trend nei rami Danni, mentre il Vita nel confronto con lo scorso anno subisce un rallentamento anche in virtù dell’alta produzione del III trimestre 2019;
  • parallelamente all’andamento della nuova produzione, anche i riscatti Vita sono calati in maniera importante durante i mesi di lockdown (oltre – 75%), per poi tornare a crescere sebbene ancora oltre -20% rispetto ai livelli del pre lockdown;
  •  calo delle denunce dei sinistri in quasi tutti i rami (tranne le perdite pecuniarie), particolarmente nei rami Auto dove in alcune settimane il calo è stato di circa -80%. Al 16/10 complessivamente le denunce dei sinistri nei rami Danni sono stimate in calo del -22% rispetto al pari periodo 2019;
  • alla data odierna non si segnalano trend particolarmente negativi nelle denunce di sinistro a seguito della pandemia, né nel business Danni né in quello Vita. L’unico ramo toccato è quello delle perdite pecuniarie, a
    causa di business interruption e rimborso del reddito.

Prevedibile evoluzione dell’attività
Alla luce del solido andamento del risultato operativo, il CdA di Cattolica conferma la guidance indicata in data 6 febbraio 2020 e successivamente ribadita con i risultati del primo e secondo trimestre. Pertanto, la previsione
del Risultato Operativo per il corrente esercizio è compresa tra 350 e 375 milioni di euro.
Vanno comunque ricordati alcuni potenziali rischi, tra i quali l’emersione significativa di sinistri legati al Covid-19 ad oggi non noti, tra cui un forte aumento di quelli Vita (attualmente non verificatisi) o un andamento
particolarmente negativo della sinistrosità nell’ultimo periodo dell’anno.
Il risultato di utile netto di fine 2020 sarà dipendente anche da altri fattori, ad oggi non ponderabili.

AXA Italia arricchisce l’ecosistema di servizi innovativi nella gestione dei sinistri con “Caring Angel CAT NAT”

Vicinanza, zero stress, supporto dedicato: tramite questo servizio è possibile ricevere, grazie a una sola chiamata

Rc auto: con il Covid tariffe in calo del 10,5%

Nuove chiusure regionali: nelle zone rosse crollano le richieste di polizze sui nuovi veicoli (-22%)

Quali sono gli effetti del Covid sul costo delle assicurazioni auto in Italia? Secondo l’osservatorio RC auto di Facile.it la pandemia ha avuto un impatto significativo sul prezzo delle polizze tanto che, ad ottobre 2020, per assicurare un veicolo a quattro ruote occorrevano in media 492,03 euro, valore in calo del 10,51% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Il dato emerge dall’analisi di oltre 7.700.000 preventivi raccolti da Facile.it nel corso degli ultimi 12 mesi e delle quotazioni offerte da un panel di compagnie che rappresentano, considerando i premi totali raccolti, circa il 55% del mercato RCA italiano*.

«La pandemia ha inciso significativamente sul costo dell’RC auto», ha spiegato Diego Palano, responsabile assicurazioni di Facile.it. «A marzo e aprile i premi medi sono crollati a seguito del blocco della circolazione, del calo di immatricolazioni di nuove auto e di tariffe molto più competitive offerte dalle compagnie assicurative online. Nonostante un leggero aumento rilevato tra maggio e giugno, legato alla ripresa di circolazione e immatricolazioni, i premi medi sono tornati a scendere da luglio, grazie al miglioramento delle tariffe offerte delle compagnie assicurative che, soprattutto online, hanno scelto di ridurre i prezzi offerti ai clienti in virtù del risparmio ottenuto nel 2020 a seguito del calo complessivo dei sinistri stradali».

L’impatto delle nuove restrizioni

Quale potrebbe essere l’andamento dei premi RC auto nei prossimi mesi alla luce delle nuove limitazioni alla mobilità introdotte dal Governo? «Sebbene sia difficile fare previsioni sull’andamento del prezzo dell’RC auto», ha dichiarato Palano «è bastato un solo giorno dall’entrata in vigore del nuovo DPCM per rilevare un crollo nelle richieste di assicurazioni, in particolare quelle destinate a nuove immatricolazioni, soprattutto per quanto riguarda le regioni inserite nella fascia rossa».

Facile.it ha evidenziato come venerdì 6 novembre, primo giorno dell’entrata in vigore delle nuove regole di chiusura, le richieste di RC auto siano diminuite, a livello nazionale, del 4% rispetto allo scorso anno, con un crollo importante localizzato soprattutto nelle regioni rosse, dove la diminuzione è stata del 9%, con un picco del -10% in Lombardia.

Ancor più significativo è il calo delle richieste per assicurare veicoli nuovi; in questo caso, nel primo giorno di lockdown a zone, si osserva un –22% nelle regioni rosse (Lombardia in testa con -27%); situazione ben diversa nelle aree inserite in fascia gialla, dove invece la richiesta di preventivi per assicurare auto nuove è aumentata del 6%.

«Visti questi cali tariffari così importanti» – ha concluso Palano – «è importante che i consumatori cerchino di approfittarne, confrontando le molte offerte presenti sul mercato per beneficiare di prezzi oggi ai minimi storici e garantendosi un risparmio importante, soprattutto in tempi difficili come quelli che stiamo attraversando»

 

Scroll to top