Welfare

Welfare aziendale: Gruppo Unoenergy investe con Intesa Sanpaolo

Il gruppo Unoenergy, adotta la piattaforma di welfare aziendale di Intesa Sanpaolo migliorando il benessere dei propri dipendenti.

Piccole e medie imprese al centro della comunità

Secondo il Rapporto Welfare Index Pmi 2021 di Generali Italia, giunto alla sesta edizione, il welfare cresce nel 64% delle Pmi italiane. Che sono sempre più consapevoli del loro impatto sociale e del ruolo che possono giocare per la rinascita e ripresa del Paese.

Covid: effetto positivo sui risparmi delle famiglia

Gli asset finanziari globali sono aumentati del 9,7% nel 2020, raggiungendo per la prima volta la soglia di 200 trilioni di euro. In Italia sono cresciuti solo del 2,2%, al di sotto della media dell’Europa occidentale, mentre gli asset assicurativi e pensionistici del 6,4%.

Scommettere sull’Italia

L’Italia ha sopportato più di due decenni di crescita economica lenta e prestazioni al di sotto del potenziale. Ma due fattori sembrano ora cambiare il gioco: un governo credibile ed efficace e una ritrovata volontà da parte dell’Ue di fornire un robusto sostegno scale.

Roma Insurance Summit: ANIA e sostenibilità

Tema centrale del Roma Insurance Summit è stato il clima e il suo continuo susseguirsi di catastrofi naturali che richiedono un rapido ed inevitabile intervento da parte di ANIA al fine di allineare la legislazione italiana a quella di numerosi Paesi europei.

D&I e assicurazioni: tutte nomine al maschile

Quote rosa e assicurazioni: nomine tutte al maschile in Zurich Italia e Assicurazioni Generali

Reale Group dà nuova forza alla propria offerta

Attraverso Blue Assistance, società di servizi di Reale Group e leader nel suo campo, Reale Mutua e Italiana Assicurazioni offrono servizi per coprire qualsiasi bisogno di salute e assistenza

AXA e Banca Monte dei Paschi di Siena: insieme al fianco delle imprese con soluzioni e servizi di welfare dedicati

“Protezione Welfare Infortuni” è la nuova proposta dedicata alle aziende che offre, in un’unica soluzione, la protezione dei dipendenti in caso di infortuni, con un capitale che li aiuti a ritrovare la serenità e l’accesso esclusivo alla piattaforma digitale Protezione Welfare Cards, che offre servizi innovativi di welfare aziendale

AXA e Banca Monte dei Paschi di Siena, nella fase di ripartenza post emergenza Covid-19, lanciano nuove iniziative dedicate alle aziende e ai loro dipendenti puntando su protezione, innovazione e servizi concreti per essere vicini alle persone nella gestione della complessità della vita quotidiana, anche extra lavorativa.

Grazie a Protezione Welfare Infortuni, la nuova soluzione assicurativa di AXA MPS Assicurazioni Danni, dedicata alle aziende clienti di Banca Monte dei Paschi di Siena, è possibile innanzitutto garantire al dipendente un capitale da infortunio che lo sostenga in un momento particolarmente complesso, tutelando anche i suoi cari in caso di prematura scomparsa.

In ottica di protezione completa è possibile estendere la copertura infortuni anche al di fuori della vita lavorativa.

 Inoltre, Protezione Welfare Infortuni offre interessanti vantaggi fiscali sia per l’azienda, con un premio di polizza deducibile dal reddito d’impresa, che per il dipendente, con il premio che non concorre a formare il reddito da lavoro.

Importante elemento di innovazione è l’accesso esclusivo e gratuito per i dipendenti assicurati a Protezione Welfare Cards, una piattaforma digitale di servizi welfare.

Con Protezione Welfare Cards all’azienda è offerta l’opportunità di una gestione agevole del credito welfare dei suoi dipendenti.

L’offerta di servizi disponibili nella piattaforma Protezione Welfare Cards contempla un ampio spettro di opportunità che spaziano dal benessere all’assistenza e cura dei famigliari, formazione e salute, attività sportive e culturali.

Solo a titolo di esempio, sono presenti: corsi di formazione e di lingua, lezioni private per i figli, laboratori e corsi educativi per bambini, babysitting, sessioni di mindfulness, servizi di assistenza agli anziani, fisioterapia, trasporto anziani e disabili, servizi di caregiving. Una sezione mirata, con erogazione a distanza, è dedicata alla gestione dell’attuale fase di complessità nel contesto Covid-19.

Oltre a questo, i singoli dipendenti possono accedere a prestigiose convenzioni su ambiti come sport, viaggi, prodotti, tecnologia e molto altro ancora.

Fabiano Fossali, responsabile Direzione Mercati e Prodotti di Banca Mps, ha affermato: “Con Protezione Welfare Infortuni Banca Monte dei Paschi di Siena amplia l’offerta e il livello di protezione della clientela Aziende di dimensioni medio/grandi, consentendo loro di migliorare il welfare dei propri dipendenti, tema che come azienda perseguiamo. Con questo prodotto, assieme al nostro storico partner AXA, introduciamo sul mercato un elemento innovativo, proponendo non solo una copertura per infortuni, ma anche una piattaforma specializzata per usufruire di servizi che possono soddisfare i bisogni dei dipendenti, quali ad esempio la cura dei loro familiari, la formazione, la salute, le attività sportive e tanto altro”.

Paolo Cafforio, Direttore Commerciale Bancassurance di AXA Italia, ha dichiarato: “In questa fase di ripartenza, più che mai vogliamo mettere a disposizione delle imprese un’offerta completa e innovativa, pensando anche al benessere dei loro dipendenti e relativi famigliari. Integrando soluzioni di protezione con servizi personalizzabili e innovativi ad alto valore aggiunto, il tutto con interessanti vantaggi fiscali, pensati per migliorare la qualità della vita e offrire serenità anche fuori dal lavoro, continuiamo nel nostro percorso per essere un partner affidabile nei momenti che contano”.

Per maggiori informazioni: https://www.axa-mps.it/assicurazione-infortuni-dipendenti

Risultati positivi per Fonage, che registra un bilancio tecnico con un avanzo di circa 160 milioni di euro

L’Assemblea dei delegati del Fondo Pensione Agenti ha approvato il bilancio di esercizio 2019, con 42 voti a favore e 3 astenuti. Il bilancio civilistico ha registrato ancora una volta un margine positivo, con un avanzo di gestione di circa 85 milioni di euro (55 milioni in più rispetto all’avanzo del precedente esercizio). Il consistente utile di bilancio si riflette sul rendimento del fondo per l’esercizio 2019, che per entrambe le gestioni si è attestato al 9,21%.

«Si tratta di un risultato eccellente, che dimostra ancora una volta che il team finanza del fondo, unitamente al Consiglio di Amministrazione, hanno lavorato con il massimo profitto», ha dichiarato il presidente Francesco Libutti, commentando l’andamento dell’esercizio.

Anche il bilancio tecnico ha fatto registrare un dato positivo, con un avanzo di 159,820 milioni di euro, nonostante la riduzione del tasso tecnico dal 3,50% al 3,25%.

Libutti ha spiegato che «ancora non è stato possibile, nell’anno in corso, procedere alla ridistribuzione di parte dell’avanzo tecnico, per quanto fosse già pianificato. L’emergenza pandemica, infatti, ha visto coinvolta la Nazione non solo dal punto di vista sanitario ma soprattutto dal punto di vista economico. Non potendo prevedere la possibile ricaduta che questa emergenza avrà nell’economia,  abbiamo ritenuto più prudente attendere la fine dell’anno per monitorare l’andamento dei mercati finanziari ed il riflesso che avranno sui nostri investimenti. Alla luce di questi risultati prenderemo le nostre decisioni».

AXA Italia punta su sicurezza e benessere psicofisico dei collaboratori

Nel corso dell’emergenza Covid-19, il Gruppo assicurativo AXA Italia ha sempre mantenuto la piena operatività attraverso il lavoro 100% da remoto e per la Fase 3 lancia nuove iniziative per i dipendenti

“Preservare la salute dei colleghi è stata fin da subito la priorità assoluta per AXA Italia e ora in questa nuova normalità vogliamo continuare con lo stesso spirito – ha dichiarato Patrick Cohen, CEO del Gruppo assicurativo AXA Italia – Per questa ragione continuiamo ad impegnarci in iniziative concrete di protezione, come ad esempio la possibilità di effettuare gratuitamente su base volontaria i migliori test sierologici e l’estensione dello smart working come norma fino al 15 settembre. Inoltre, per rendere la vita più facile ai dipendenti al momento del rientro offriremo agevolazioni per servizi di assistenza domestica, sessioni di rilassamento fisico e mentale per gestire l’eventuale ansia e abbonamenti di bici condivise, perché vogliamo che AXA sia la “casa fuori dalla casa”.

In prima linea con una serie di misure tempestive messe in campo a tutela delle proprie persone all’inizio dell’emergenza sanitaria Covid-19, AXA Italia è già al lavoro sulla Fase 3 con nuove iniziative che mettono ancora al centro la salute e il benessere psicofisico delle persone e servizi innovativi per gestire al meglio il rientro in azienda.

Tra i primi ad aver esteso lo smart working, il Gruppo ha scelto di prolungare questa modalità almeno fino al 15 settembre, consentendo nel frattempo la riorganizzazione della vita familiare e lavori di adeguamento delle sedi, così da garantire il distanziamento attraverso una nuova disposizione degli spazi.

La tutela della salute continua ad essere la priorità: per questo il Gruppo AXA Italia annuncia l’introduzione su base volontaria per tutti i circa 1800 dipendenti, di test sierologici tra i più attendibili e qualificati presenti sul mercato, grazie alla collaborazione con CIDIMU, partner di prestigio e all’avanguardia in Italia in tecnologia e qualità del servizio, facendo leva sul Centro Diagnostico CRP-AXA e sulle strutture convenzionate SynLab. L’opportunità riguarda anche i famigliari eventualmente inclusi nella copertura sanitaria dei dipendenti.

Inoltre in questa fase di lavoro da remoto, sia i dipendenti che gli agenti AXA possono continuare ad usufruire di uno sportello di counselling virtuale con esperti psicologi e di formazione a distanza con oltre 15.000 corsi gratuiti, lezioni di yoga e corsi di mindfulness.

Da settembre, inoltre, per facilitare la vita a casa e in ufficio, sono previste nuove iniziative: sessioni di rilassamento fisico e mentale alla scrivania per gestire l’eventuale stress e l’ampliamento della scelta di servizi welfare, in ottica di fornire un sostegno anche pratico alle famiglie.

La sicurezza e la vicinanza passano anche attraverso dispositivi digitali per la gestione dei flussi in ingresso in ufficio e accordi con società di bike sharing per favorire la mobilità sostenibile e la riduzione dell’uso dei mezzi pubblici.

 

Iscriviti alla newsletter