Cambridge Mobile Telematics acquisisce Truemotion

I leader della telematica uniscono le forze; i clienti beneficeranno di innovazione ed economia di scala

Cambridge Mobile Telematics (CMT), leader mondiale nel campo della telematica mobile e degli analytics, ha acquisito Truemotion, il secondo più grande provider di telematica mobile. Questa acquisizione unisce due aziende leader di un mercato in rapida crescita come quello della telematica. CMT fornirà servizi telematici a 21 dei 25 più grandi assicuratori auto negli Stati Uniti, e in più di 20 paesi, tra cui Canada Regno Unito, Germania, Sud Africa, Giappone e Australia.

Si stima che il settore della telematica mobile, che non esisteva fino a 10 anni fa, diventerà un mercato da 125 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni, alimentando la prossima generazione di assicurazioni auto digitali.

La piattaforma di CMT combina sensori, intelligenza artificiale e scienza comportamentale per consentire agli assicuratori, alle società di rideshare, agli operatori di flotte, alle case automobilistiche e al settore della sicurezza personale di misurare accuratamente il rischio di guida, aiutare i conducenti a diventare più prudenti offrendo loro assistenza in tempo reale.

“Con questa acquisizione, sfrutteremo il nostro talento insieme alla tecnologia per aiutare i nostri partner a superare le complesse sfide dettate dalla sicurezza stradale globale. Entrambe le società hanno contribuito a trasformare il settore assicurativo auto, favorendo il passaggio dai modelli di rating tradizionali a un’ assicurazione basata sull’utilizzo del mezzo e il comportamento alla guida. Siamo entusiasti di lavorare insieme per portare soluzioni telematiche agli utenti di 1,4 miliardi di veicoli sulle strade del mondo” ha spiegato William Powers, Amministratore Delegato di CMT.

“Siamo entusiasti di unirci a CMT per contribuire a garantire il futuro dell’assicurazione auto”, ha detto Ted Gramer, CEO di Truemotion, futuro Chief Operating Officer di CMT.

“Circa 10 anni fa, entrambe le aziende furono fondate a Cambridge con l’obiettivo di rendere le strade più sicure. Oggi, uniamo ancora di più le forze per velocizzare il processo e rendere tutto questo possibile”.

Concentrandosi sulla modalità di guida invece che sulle persone, i programmi telematici forniscono capacità predittive uniche per la segmentazione del rischio sia per gli assicuratori retail che corporate. La telematica è in grado di rilevare i comportamenti avversi che causano gli incidenti, come la distrazione da telefono, l’eccesso di velocità, e le brusche frenate dovute alla poca concentrazione su strada. Inoltre, I conducenti possono ridurre il rischio di incidente e abbassare i costi per la copertura d i premi assicurativi utilizzando feedback e incentivi strutturati. Le due società, CMT e TrueMotion, hanno dimostrato grandi capacità su larga scala, offrendo servizi di applicazioni mobili a milioni di utenti, utilizzati di in più di 90 programmi aziendali.

Questa acquisizione fortifica anche la capacità di CMT di aiutare gli assicuratori e l’industria della mobilità a modernizzare i propri processi di reclamo e di risposta alle emergenze. I progressi si basano sulle innovazioni delle aziende per il rilevamento in tempo reale di crash e la ricostruzione di crash basata su AI utilizzando i dati dei sensori ad alta frequenza. La tecnologia consente alle organizzazioni di inviare assistenza stradale in pochi secondi dall’incidente, ricevere informazioni dettagliate su un incidente in pochi minuti e migliorare la valutazione dei danni per i reclami assicurativi.

“L’utilizzo dei servizi telematici di CMT è aumentato in modo esponenziale dal 2018, e grazie all’unione con Truemotion, siamo pronti a crescere ancora di più”, ha annunciato Hari Balakrishnan, Co-fondatore e Chief Technology Officer di CMT. “Non solo estenderemo la nostra leadership nel campo della telematica degli smartphone, ma utilizzeremo anche il nostro talento combinato per sviluppare nuovi prodotti in grado di calcolare il rischio e mitigare i crash attraverso le tecnologie mobili, di rilevamento, video, Iot e connected-car. Non vediamo l’ora di sviluppare e distribuire questi prodotti per servire i nostri partner e automobilisti.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter