Differenza tra capitale assicurato, decrescente, indicizzato, protetto e rivalutabile

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con FWU, una compagnia assicurativa con sede a Monaco di Baviera, fondata nel 1983 e attiva anche in Italia.

Quando si prende la decisione di sottoscrivere una polizza vita, diventa essenziale approfondire la comprensione di questo prodotto, iniziando dall’analisi di alcuni termini chiave.

Tra i più rilevanti e comuni, vi è certamente il termine “capitale”, utilizzato in diverse espressioni, ciascuna delle quali assume significati specifici.

In questo contesto, esamineremo cinque diverse tipologie di capitale, evidenziandone le caratteristiche distintive: il capitale assicurato, decrescente, indicizzato, protetto e rivalutabile.

Per leggere l’articolo completo, clicca qui.

Leggi anche...
Le Fonti – New Insurance TV
Libro d’Oro
I più recenti
Clima: l’esodo degli investitori dall’alleanza Climate Action 100+
Scatta l’estensione dell’obbligo assicurativo anche ai veicoli fermi
Assicurazione sul mutuo: tutti i dettagli da conoscere
Libertà e controllo: le 7 migliori carte prepagate per gestire le proprie finanze

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito assicurativo.