REVO conclude con successo il collocamento: sottoscritti 220 milioni di euro pari all’obiettivo massimo di raccolta

REVO S.p.A., la SPAC promossa da Alberto Minali e Claudio Costamagna, oltre a Stefano Semolini, Jacopo Tanaglia e Simone Lazzaro, annuncia di aver completato con successo in data 20 maggio il collocamento delle proprie azioni presso investitori istituzionali e professionali.
Nonostante la volatilità dei mercati azionari nell’ultima settimana, l’offerta ha attirato una forte domanda da parte degli investitori, a fronte della quale sono stati accettati ordini sino ad Euro 220 milioni, rispetto al target iniziale di Euro 200 milioni.
Il Presidente di REVO, Claudio Costamagna, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi del responso particolarmente positivo mostrato dal mercato per il nostro progetto, con ordini superiori alla allocazione massima, e della qualità dei nostri investitori che includono i principali investitori istituzionali italiani, investitori internazionali e importanti family offices. Grandi fondi internazionali hanno espresso unanime apprezzamento per il team e l’iniziativa innovativa, pronti ad investire al momento del passaggio sui listini principali di Borsa”.
L’Amministratore Delegato di REVO, Alberto Minali, ha dichiarato: “L’approdo di REVO sul mercato segna l’inizio della nostra attività che ora è incentrata sulla ricerca del target, la cui acquisizione speriamo di poter presto sottoporre all’approvazione dei nostri azionisti. Ringraziamo Vittoria Assicurazioni, Fondazione Cariverona e SCOR per il loro sostegno in qualità di cornerstone investors dell’iniziativa, il team di advisors per il prezioso supporto ma soprattutto gli investitori che ci hanno accordato la loro fiducia”.
L’inizio delle negoziazioni sul mercato AIM Italia è previsto per il prossimo 26 maggio 2021.
Intesa Sanpaolo e UBS hanno agito in qualità di Joint Global Coordinator e, insieme a Equita SIM, in qualità di Joint Bookrunner. Equita SIM agisce altresì in qualità di NomAd e Specialista. Lo studio legale internazionale
Gianni & Origoni ha assistito i promotori e la Società mentre Latham & Watkins ha assistito le banche. Gli aspetti notarili sono stati seguiti dallo studio notarile ZNR notai.


Iscriviti alla newsletter