Coronavirus: i cittadini chiedono protezione, le compagnie assicurative rispondono

LinkedIn

La diffusione del virus non accenna ad arrestarsi e le compagnie di assicurazione si attrezzano per far fronte all’emergenza

Coronavirus e assicurazione. Che si tratti di una vera e propria pandemia o di una psicosi di massa, la certezza è una sola: i cittadini vogliono protezione. Là dove la sanità non riesce ad arrivare ci pensano le assicurazioni che, nelle ultime settimane, hanno lavorato incessantemente per mettere a punto prodotti in grado di soddisfare le esigenze dei propri clienti.

Il primo colosso a muoversi in tal senso è stato Generali China Insurance che, in collaborazione con Nanyan InsureTech, ha offerto una copertura per proteggere i dipendenti delle imprese operanti in Cina. Molte compagnie di assicurazione sul territorio cinese hanno seguito l’esempio della multinazionale collaborando e sviluppando servizi ad hoc per difendere i propri acquirenti.

Anche l’Italia, che negli ultimi giorni ha visto aumentare esponenzialmente il numero di contagiati, potrà presto usufruire di queste coperture. Unica (Unicredit), Axa e Generali si stanno muovendo per supportare i gli italiani tramite indennità giornaliere in caso di ricovero da Coronavirus, aumento dell’età massima assicurabile e l’estensione gratuita, per tre mesi, della copertura per chiusura attività.

Share.

Comments are closed.