Il futuro dell’assicurazione auto, tra insurtech e mobilità condivisa

Il mondo delle assicurazioni auto sta cambiando di pari passo con l’evoluzione del settore della mobilità, al centro di profonde trasformazioni in termini di innovazione e sostenibilità.
assicurazione auto insurtech mobilita condivisa

Il mondo delle assicurazioni auto sta cambiando di pari passo con l’evoluzione del settore della mobilità, al centro di profonde trasformazioni in termini di innovazione e sostenibilità. La prima rivoluzione avvenne negli anni 80 con le assicurazioni telefoniche, offrendo la possibilità ai consumatori di stipulare polizze auto via telefono per semplificare le procedure.

Dopodiché, è stata la volta delle assicurazioni auto online, con la nascita delle prime compagnie assicurative digitali che consentivano di fare tutto in rete, tramite PC o smartphone.

Attualmente le polizze digitali sono una realtà consolidata nell’ambito delle coperture RC Auto, in quanto consentono di risparmiare soldi e tempo rispetto alle assicurazioni tradizionali, con la possibilità di gestire la polizza in autonomia e velocizzare tutte le operazioni, dalla gestione dei sinistri al rinnovo della copertura.

Inoltre, per trovare la polizza più indicata per le proprie necessità oggi è sufficiente confrontare le assicurazioni auto online su portali specializzati come Facile.it, che permette di valutare del tutto gratuitamente ogni aspetto dei prodotti migliori del momento, dalle tariffe alle garanzie accessorie disponibili.

La mobilità del futuro e le nuove assicurazioni auto

L’evoluzione dei prodotti assicurativi sta seguendo come di consuetudine quella del settore della mobilità. Il primo cambiamento in corso è il passaggio verso la mobilità elettrica, con la necessità di ridurre l’utilizzo dei veicoli con motore a combustione e scegliere vetture più ecologiche come le auto elettriche, plug-in e alimentate a idrogeno.

Bisogna considerare anche come tra le nuove generazioni sia in crescita la propensione verso la mobilità condivisa, in particolare i servizi di car sharing sempre più utilizzati nelle grandi città e quelli di car pooling per condividere l’auto con i colleghi nel tragitto casa/lavoro.

Le compagnie assicurative si stanno adeguando a questi cambiamenti, proponendo innanzitutto assicurazioni auto dedicate per la e-mobility, con polizze per auto elettriche e ibride plug-in che offrono tariffe più convenienti e garanzie accessorie specifiche, come il soccorso stradale in caso di esaurimento della batteria.

Secondo il rapporto “Moving to the future: la mobilità del 2031” a cura della società di consulenza EY e dell’Italian Insurtech Association, tra le assicurazioni del futuro ci saranno anche le polizze auto on-demand, delle coperture personalizzabili che possono essere attivate in modo istantaneo e proteggere per un solo evento o per brevi periodi.

Un altro trend è quello legato alle assicurazioni auto pay when you drive, ovvero delle polizze che consentono di calcolare il premio assicurativo in base ai chilometri percorsi attraverso dispositivi IoT connessi ad internet.

In forte crescita sono anche le polizze auto embedded, delle coperture assicurative vendute insieme ad altri prodotti in modo integrato, ad esempio acquistando l’assicurazione RC Auto dal concessionario quando si compra il veicolo.

In futuro le polizze auto saranno anche sempre più incentrate sul concetto di Mobility-as-a-Service, offrendo non più una polizza legata a uno specifico veicolo che all’occorrenza può essere guidato da più persone, ma delle coperture personali che tutelano un individuo a prescindere dai mezzi utilizzati per muoversi.

La rivoluzione insurtech: assicurazioni auto convenienti, personalizzate e semplici

La trasformazione in ambito assicurativo è guidata dal mondo insurtech, ossia dall’innovazione tecnologica applicata al settore assicurativo.

Dall’Internet of Things all’Intelligenza Artificiale, dalla blockchain alla cybersecurity, l’insurtech sta attirando ingenti investimenti a livello globale e secondo un’analisi di Grand View Research crescerà del 52,7% tra il 2023 e il 2030. Per l’Osservatorio Fintech & Insurtech del Politecnico di Milano, nel 2022 l’insurtech italiano ha attirato investimenti per 200 milioni di euro rispetto ai 60 milioni del 2021, mentre l’IIA stima che potrebbe arrivare a 1 miliardo di euro nel 2023.

Oggi grazie all’insurtech i consumatori possono usufruire di assicurazioni auto semplici, personalizzabili e convenienti, ma anche le compagnie possono beneficiare di processi ottimizzati che aiutano le società a ridurre i costi e fornire un servizio di qualità superiore ai clienti.

In futuro le compagnie assicurative tradizionali e le insurtech saranno sempre più integrate, per sfruttare le enormi potenzialità della digitalizzazione avanzata e garantire la possibilità ai consumatori di acquistare polizze auto adatte alle nuove forme di mobilità che stanno iniziando a diffondersi.

Leggi anche...
I più recenti
Quixa Assicurazioni lancia un’iniziativa per la sicurezza delle microimprese
Assicurazione terremoto ed eventi sismici: cosa copre e cosa sapere
Insurtech, Cover Genius raccoglie 80 milioni di dollari in finanziamento Serie E e accelera la crescita
Integrazione AI nel settore assicurativo: le 5 trasformazioni chiave

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito assicurativo.