Insurtech 2022: crescita per gli investimenti in Italia

L’Italian Insurtech Association prevede per il 2022 una notevole crescita nel settore dell’insurance tecnology che darà modo all’Italia di recuperare il gap sugli altri Paesi europei.

Investimenti in Insurtech in forte aumento

Aumento di investimenti previsti nell’Insurtech, cooperazione con le Compagnie e nuove polizze digitali che secondo l’IIA passerà dai 280 milioni di euro del 2021 a oltre 500 milioni.

Il focus principale degli investimenti prevede i fondi di investimento stranieri e la nascita di nuovi progetti Insurtech da parte delle compagnie, di intermediari tech e digital player. Gli investimenti in startup Insurtech dovrebbero superare di 5 volte quelli dell’anno 2021, toccando i 100 milioni di euro nel 2022.

Insurtech e l‘offerta assicurativa nel digitale

Turismo spaziale, identità digitali, eSport, realtà virtuale, criptovalute e nuovi modi di socializzare online, come Facebook con il Metaverso, saranno i nuovi settori per i quali già dal 2022 l’offerta assicurativa classica non sarà più sufficiente.

Nel 2022 IIA stima che le polizze digitali provenienti da nuovi ecosistemi raddoppieranno rispetto al 2021 con l’ingresso di offerte specializzate.

Uno sguardo verso l’Healtech

Oggi i maggiori investimenti monidali in Insurtech si concentrano sull’healthtech, con cifre superiori ai 2 miliardi di dollari. In Italia ci si aspetta che la penetrazione di polizze digitali nel segmento salute possa arrivare al 2030 al 7% del mercato per un totale di 1,8 milioni di soggetti assicurati. Nel 2022 spazio quindi a nuovi operatori specializzati nell’offerta assicurativa healthtech.

Bancassicurazione digitale

Nel 2022 I numeri nella digital bancassurance aumenteranno con l’integrazione dei prodotti assicurativi.

Secondo l’IIA, la quota delle banche con offerta di polizze assicurative digitali arriverà a 30. La distribuzione delle polizze assicurative digitali richiederà un’offerta esclusiva tramite canali digitali come il web e il mobile.

L’analisi dei dati e l’utilizzo dell’IA saranno fattori determinanti per il 2022. Saranno un ausilio per gli operatori al fine di formulare prodotti e polizze ad hoc sul singolo cliente. E’ previsto un aumento di investimenti in Data Analytics e Intelligenza artificiale del 200% rispetto al 2021.

Nuove sfide per il mercato assicurativo

Il settore assicurativo sconta un grave gap in termini di competenze tecnologiche e digitali, come rilevano il 71% degli impiegati in ambito assicurativo, secondo una ricerca di EY in collaborazione con IIA. Il 53% si dice molto preoccupato per questo divario, che rischia di limitare la capacità del settore di sviluppare nuovi prodotti e servizi in linea con le esigenze di un consumatore sempre più digitale. Tra le nuove sfide per il mercato assicurativo emerge quindi la figura dell’assicuratore che deve avere competenze in grado di coniugare data science, intelligenza artificiale, ingegneria matematica. Il settore Insurtech e le attività di formazione consentiranno di superare questo divario e portare l’industria assicurativa tra i 5 settori su cui i giovani potranno puntare nei prossimi anni per trovare lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter