polizza assicurativa

Groupama Progetto Attivo: l’investimento su misura

Groupama Assicurazioni promuove un’innovativa Soluzione Vita con investimenti diversificati e “su misura”, grazie alla collaborazione con 4 prestigiose società di gestione

Polizza vita a premio unico: come dare valore ai risparmi

Le polizze vita a premio unico permettono di godere di una serie di vantaggi a chi le sottoscrive. Ecco quali sono e quando è bene approfittarne.

Uno dei termini chiave che troviamo sempre nel glossario delle assicurazioni è sicuramente “premio”.

Polizza vita: cos’è il premio e quali tipologie esistono

E’ bene non farsi trarre in inganno da questa parola, visto che contrariamente a quello che si potrebbe pensare, il premio di una polizza assicurativa è un costo a carico del cliente.

In altre parole, si tratta della somma che l’assicurato deve corrispondere alla compagnia per ottenere la prestazione assicurativa richiesta.

Nel caso delle polizze vita si possono individuare tre tipologie di premio, che differiscono tra loro in base al momento in cui lo stesso viene versato.

Si parla di “premio annuo”, quando il pagamento da parte del contraente avviene secondo delle scadenze periodiche prefissate.

La più frequente è quella annuale, ma spesso il versamento può essere frazionato ed essere ad esempio semestrale o trimestrale.

La polizza vita a premio ricorrente, invece, prevede un pagamento iniziale, cui se ne aggiungono altri, da corrispondere alla compagnia assicurativa in base a delle scadenze temporali caratterizzate da una certa flessibilità.

Polizza vita a premio unico: come funziona?

Infine, nel caso del premio unico, l’intera somma a copertura della polizza è versata in un’unica soluzione, all’atto della stipula del contratto, ed è facile intuire perchè si parli anche di “premio anticipato”.

Il premio unico è sostanzialmente l’opposto di quello annuo, mentre il premio ricorrente si presenta come una via di mezzo tra i due.

Fatta questa doverosa distinzione tra le diverse modalità di pagamento, in modo da avere le idee più chiare, ci concentreremo ora sul premio unico e su alcuni aspetti caratteristici che lo rendono più vantaggioso rispetto agli altri.

Abbiamo avuto modo di sviscerare i tratti distintivi di questa tipologia di polizza vita, analizzando da vicino Forward Unico, il nuovo prodotto di Forward You, compagnia assicurativa nata quasi 30 anni fa a Monaco di Baviera.

Di Forward Unico apprezziamo in particolare la possibilità offerta al cliente di sfruttare le opportunità di investimento sui mercati grazie ad una tecnologia all’avanguardia.

Polizza vita a premio unico: tanti i vantaggi. Focus sui costi

In più, Forward Unico, offre tutti vantaggi propri del premio unico che permette in primis di ridurre alcuni costi della polizza, visto che con il pagamento in un’unica soluzione si evitano i cosiddetti “interessi di frazionamento”.

Si tratta di una voce in più applicata al premio nel momento in cui lo stesso è corrisposto in modo rateale, considerando che per questa dilazione la compagnia può richiedere un interesse solitamente compreso tra il 3% e il 6%.   

Da considerare che alcune società assicurative a volte esigono anche una somma fissa, a titolo di costi di gestione per ogni versamento aggiuntivo: con il premio unico si può quindi risparmiare questo esborso.

Polizza vita a premio unico: futuro senza pensieri

Un altro vantaggio del pagamento in un’unica soluzione è quello di garantirsi da subito l’intera copertura della polizza, senza correre il rischio di non poter saldare i versamenti successivi.

In sostanza, farà bene a scegliere il premio unico soprattutto chi teme di non riuscire a completare il piano dei pagamenti previsti dal contratto assicurativo.

Polizza vita a premio unico: alternativa alla liquidità ferma sul conto corrente

La polizza vita a premio unico è indubbiamente un modo intelligente di allocare in maniera fruttuosa la liquidità presente sul proprio corrente.

Lasciare soldi fermi su un rapporto bancario è una mossa sbagliata per diversi motivi e in alcuni casi può costare molto caro.

Il principale nemico della liquidità parcheggiata sul conto corrente è l’inflazione, basti pensare che dal 2000 ad oggi, chi ha tenuto 10.000 euro senza investirli, si ritrova oggi con poco più di 7.000 euro e una perdita quindi di quasi il 30%, imputabile proprio all’erosione del potere d’acquisto.

Forse non tutti sanno che superare una certa soglia di liquidità sul conto corrente, comporta l’applicazione dell’imposta di bollo.

Nel momento in cui la giacenza media di un conto bancario o postale è superiore a 5.000 euro, scatta il balzello da versare allo Stato nella misura di 34,2 euro all’anno per le persone fisiche e di 100 euro per le aziende, le imprese e i titolari di partita Iva. 

Polizza vita a premio unico: solo per chi ha già un capitale?

Perchè mantenere quindi la liquidità immobilizzata sul conto corrente e subire tutti questi svantaggi?

E’ sicuramente più conveniente utilizzare le somme disponibili per sottoscrivere una polizza vita a premio unico, investendo in un’unica soluzione quel denaro che diversamente non solo rimarrebbe infruttuoso, ma perderebbe anche di valore. 

Qualcuno potrebbe obiettare che la polizza vita a premio unico sia uno strumento accessibile solo a chi già possiede un capitale di una certa entità da investire.

Forward Unico, un nuovo prodotto che consigliamo di approfondire

Sbaglia però chi pensa ciò e possiamo affermarlo con sicurezza dopo aver scoperto Forward Unico, il prodotto di Forward You, che stiamo conoscendo e apprezzando sempre più.

Si tratta di un’assicurazione sulla vita davvero molto accessibile, visto che offre l’opportunità di investire come un professionista, con un capitale contenuto a partire da 5.000 euro.

Forward Unico è una polizza vita a premio unico con delle caratteristiche davvero peculiari e distintive.

Una in particolare ci ha sorpresi in positivo e riguarda l’allineamento dei costi alle performance: in pratica il cliente paga i servizi di Forward You in base ai risultati ottenuti.

Se questi sono inferiori alle aspettative, scatta un taglio delle commissioni di gestione di quasi un terzo e precisamente del 27%.  

Una scelta importante quella di Forward You per due motivi: da una parte la compagnia vuole ricompensare la fiducia della sua clientela e dall’altra è in grado di conquistarla grazie al potere di Forward Lucy, l’Intelligenza Artificiale di Forward Unico.

Polizze assicurative: ecco i vantaggi fiscali meno noti

L’assicurazione può essere agile e personalizzata grazie a compagnie come Forward You che rispondono ai cambiamenti del settore con un’offerta innovativa. La compagnia ha appena lanciato sul mercato Forward Quant, polizza vita 100% Unit Linked, che consente di accedere ad investimenti di alta qualità, anche con somme di minimo importo, scegliendo un profilo di rischio personalizzato.

Il conto corrente e la gestione flessibile del denaro

L’assicurazione può essere agile e personalizzata grazie a compagnie come Forward You che rispondono ai cambiamenti del settore con un’offerta innovativa. La compagnia ha appena lanciato sul mercato Forward Quant, polizza vita 100% Unit Linked, che consente di accedere ad investimenti di alta qualità, anche con somme di minimo importo, scegliendo un profilo di rischio personalizzato.

Investimenti: quando iniziare e quali obiettivi avere

L’assicurazione può essere agile e personalizzata grazie a compagnie come Forward You che rispondono ai cambiamenti del settore con un’offerta innovativa. La compagnia ha appena lanciato sul mercato Forward Quant, polizza vita 100% Unit Linked, che consente di accedere ad investimenti di alta qualità, anche con somme di minimo importo, scegliendo un profilo di rischio personalizzato.

L’impatto del Covid-19 sulle polizze casa e auto

Il 70% dei consumatori è disposto all’acquisto di prodotti assicurativi da canali non tradizionali come concessionari auto, marketplace online, banche, agenti immobiliari e social media

Net Insurance e IBL Assicura: entra nel vivo la partnership con la distribuzione di una linea di 6 prodotti Protection

Tra questi, InSalute, la prima polizza Net Insurance nel segmento Health Care

Net Insurance e IBL Assicura – controllata al 100% da IBL Banca – annunciano l’avvio del collocamento di una significativa gamma di 6 polizze assicurative Protection, che segna una ulteriore evoluzione a rafforzamento della partnership già in essere.
Un passaggio importante che permette di valorizzare al massimo l’intesa grazie all’offerta di un ampio ventaglio di prodotti al passo con i tempi e modulari e all’utilizzo di processi digitali.
Le polizze saranno distribuite da IBL Assicura, attraverso gli oltre 100 punti sul territorio tra filiali e agenti di IBL Banca.

Tra i 6 prodotti collocati InSalute, l’innovativa e completa polizza sanitaria che segna l’ingresso di Net Insurance nel segmento dell’Health Care.
Le altre soluzioni a disposizione della clientela sono: un prodotto multigaranzia dedicato alla mobilità, anche su monopattini e biciclette; una polizza sanitaria per viaggi di studio o vacanze all’estero; un’assicurazione infortuni con una serie completa di garanzie accessorie; una copertura per cani e gatti che prevede rimborso per spese mediche, RC e tutela legale; una soluzione assicurativa dedicata alla protezione odontoiatrica.

Mario Giordano, Amministratore Delegato di IBL Banca, ha commentato “Con Net Insurance, la nostra controllata IBL Assicura amplia la gamma di prodotti assicurativi con soluzioni versatili e innovative dedicate alle famiglie, che oggi avvertono in modo ancora più forte l’esigenza di protezione e sicurezza. IBL Assicura è operativa nei punti vendita della rete IBL Banca e la nuova offerta costituisce un valore aggiunto per la nostra clientela”.
“Sono molto lieto di questa partenza che rappresenta la piena concretizzazione del lavoro svolto da tutti noi, anche in un periodo difficile come quello vissuto recentemente” ha affermato Andrea Battista, Amministratore Delegato di Net Insurance. “Ci presentiamo al mercato con un’ampia gamma di soluzioni distintive, tra cui mi piace ricordare il prodotto InSalute, il nuovo fiore all’occhiello dell’offerta della nostra Compagnia che entra con determinazione in questo segmento di mercato”, ha concluso Battista.

MetLife sempre ai vertici per apprezzamento da parte degli intermediari. NPS 16 volte superiore alle altre compagnie

Il Net Promoter Score della compagnia è a quota 39,8. I partner distributivi soddisfatti in particolare dei prodotti e della facilità d’uso degli strumenti informatici

 

Gli intermediari apprezzano sempre di più MetLife. È quanto emerge dall’edizione 2019 della ricerca annuale sulla soddisfazione degli intermediari svolta dalla compagnia leader a livello mondiale nell’offerta di prodotti assicurativi specializzata in Italia nell’offerta di soluzioni protection (vita di rischio e salute).

Gli intermediari indipendenti che distribuiscono le soluzioni vita e infortuni di MetLife promuovono la compagnia assegnandole un eccellente punteggio di NPS (Net Promoter Score): 39,8. L’indicatore che misura la qualità nella relazione tra compagnia e rete ha registrato una crescita rispetto all’anno scorso, quando con un punteggio di 37,8, MetLife già si attestava a livelli superiori alla media. Nel 2019 MetLife supera di oltre 16 volte la valutazione assegnata agli altri marchi e di quasi tre volte quella di mercato.

La crescita di gradimento maggiore si evidenzia tra gli agenti, per i quali l’NPS passa dal 39,1 al 52,4. Inoltre, MetLife si conferma ancora una volta come un punto di riferimento per i propri partner nelle polizze TCM (Temporanea caso morte): 9 intermediari su 10 considerano MetLife la compagnia con i migliori prodotti vita di puro rischio. Libera Mente Più, la polizza TCM per proteggere il tenore di vita familiare, Mutuo Vivo, polizza vita per chi ha esigenza di proteggere il mutuo e New Protection, prodotto vita pensato per professionisti e aziende, hanno registrato infatti elevati livelli di soddisfazione per via della competitività delle tariffe e delle procedure assuntive.

Gli intermediari hanno valutato molto positivamente in particolare i prodotti, la facilità d’uso degli strumenti informatici, la remunerazione. In forte crescita anche l’apprezzamento della formazione. Da evidenziare che le valutazioni relative a MetLife sono nettamente maggiori della media dei competitor. Gli intermediari della classe di anzianità superiore mostrano un NPS di dieci punti superiori alla media, a dimostrazione di un’attenzione ai partner distributivi costante nel tempo che ha comportato un rafforzamento ulteriore della relazione di fiducia. Non a caso gli intermediari che operano con MetLife hanno ormai superato il migliaio tra broker, agenti e subagenti con un trend di crescita in costante aumento.

“Anche quest’anno – ha dichiarato Maurizio Taglietti, General Manager per MetLife in Italia – i risultati evidenziano concretamente quanto valido sia il nostro modello distributivo fondato su partnership indipendenti. In pochi anni abbiamo instaurato relazioni durature e fruttuose con gli intermediari, grazie alla qualità dei nostri prodotti e all’attenzione che riserviamo a chi, come noi, crede nel valore del comparto della Protection sia per l’industry assicurativa, sia per il cliente finale”.

 

Nota metodologica:

La ricerca è il frutto di un’indagine che ha coinvolto un campione di 283 intermediari che lavorano con MetLife ed è stata effettuata dalla società di ricerca e consulenza Innovation Team (Gruppo Mbs Consulting) fra marzo e aprile del 2019 per valutare il grado di soddisfazione, di fidelizzazione e il posizionamento rispetto agli altri mandati e marchi con cui gli intermediari indipendenti (agenti, broker e subagenti) collaborano. Il Net Promoter Score è misurato con una scala da 0 a 10, in cui solo i rispondenti che assegnano punteggi uguali o superiori a 9 sono considerati promoter.

Il benchmark di mercato è tratto dall’indagine periodica di Innovation Team “il cambiamento dell’intermediazione ed il punto di vista degli agenti” realizzata tramite 2.500 interviste per monitorare lo stato d’evoluzione del contesto distributivo, le forme di intermediazione e il posizionamento competitivo dei marchi principali.

Iscriviti alla newsletter