Distribuzione

Anche l’assistenza stradale diventa smart e digitale

Nata a maggio del 2020, operativa dal primo febbraio di quest’anno, hlpy ha l’obiettivo di rivoluzionare un settore che da sempre sconta molti limiti e inefficienze.

Guidewire e la ricerca del giusto «purpose»

In un mondo pieno di incertezze, i consumatori percepiscono come sempre più rilevanti i bisogni di sicurezza e protezione. Ma sono confusi da un linguaggio non semplice, ricco di condizioni ed esclusioni. La diffidenza aumenta e il consumo assicurativo non cresce oltre la soglia delle coperture imposte dalla legge. Ecco perché le compagnie devono cambiare radicalmente approccio, come spiega il sales director in Italia della società leader mondiale nel settore del software assicurativo

Un vademecum per gestire al meglio il lavoro agile

Il broker Mansutti ha realizzato un’indagine sulla gestione dello smart working nel lungo periodo da parte delle aziende. E ha stilato un vademecum affinché possano garantirsi rendimenti, continuità operativa, protezione degli asset e mitigazione di rischi e imprevisti

Le nuove tecnologie migliorano la gestione dei rischi

L’obiettivo è accrescere l’efficienza, semplificare i processi e migliorare l’offerta di prodotti a favore dei consumatori e di tutto il sistema paese. Lo strumento per farlo è la tecnologica

La pandemia fa crollare del 13,5% i premi medi

Causa pandemia, e conseguenti lockdown, i prezzi delle polizze si sono abbassate in tutta Italia, anche se sembra sia già iniziato il rialzo. La Campania si conferma la regione più cara, l’Emilia-Romagna è quella dove i prezzi sono scesi maggiormente

Il covid frena le polizze in un anno da dimenticare

Secondo i dati dell’Ania il settore assicurativo in Italia ha raccolto nel 2020 premi per oltre 150 miliardi, in calo del 5% rispetto all’anno precedente

ACTIVE LIVE: Cattolica rinnova la sua offerta auto

L’Internet of Things al servizio della protezione e della sicurezza degli automobilisti. Grazie alla partnership sottoscritta la scorsa estate con Assicurazioni Generali, Cattolica lancia sul mercato Active Live, il nuovo prodotto Auto destinato a migliorare la tutela di chi si mette al volante, con una doppia configurazione: Voice e Protect.

Le Fonti TV si riconferma prima televisione economica e finanziaria. A certificare il successo di Trend-Online arrivano anche i dati ComScore

I risultati registrati dalla live streaming television continuano a segnalare un trend di crescita costante, in controtendenza rispetto al mercato

Già il posizionamento di Trend-Online (Gruppo Le Fonti) a luglio rileva che Le Fonti è nelle prime 4 posizioni nella classifica dei siti finance in Italia, posizione che si consolida se si tiene conto delle altre properties del gruppo, prima tra le quali Le Fonti TV che, con 14.200 di audience medio giornaliero, rimane la prima televisione economica finanziaria italiana.

Ad agosto si è riconfermato il successo di Trend-Online, che ha registrato 35.186.825 pagine e 7.392.446 utenti unici nel mese secondo i dati certificati da ComScore.

Un successo che ha superato le nostre più rosee aspettative” dice Guido Giommi, presidente di Le Fonti. “I mesi estivi sono da sempre contraddistinti da numeri in contrazione sul media online. Sebbene comprendiamo questo sia un anno particolare per le dinamiche causate dal Covid-19, non ci saremmo mai aspettati di fare un nuovo record proprio nel mese di agosto.

 “Questa per noi è una grande soddisfazione di un lavoro che abbiamo svolto e che ha portato Trend-Online da 3,5 milioni di pagine e 600.000 utenti unici al mese di aprile 2019, mese in cui abbiamo acquisito la proprietà di Trend-Online, ai risultati attuali che di fatto sono più che decuplicati. Questo pone Trend-Online come un mezzo imprescindibile per le pianificazioni pubblicitarie, perché di fatto 1 italiano su 7 si informa sul nostro sito e soprattutto perché nella comunità del business due professionisti e imprenditori su tre guardano Trend-Online.”

Sono incredibilmente emozionato per il successo registrato in questi mesi” commenta Marco Gruden, Fondatore e Direttore Editoriale di Trend-Online “raggiungere questo traguardo è sempre stato uno dei miei obiettivi e sono contento sia avvenuto in Le Fonti”.

Numeri importanti anche quelli delle settimane monotematiche televisive. Le maratone BtoB hanno infatti registrato una media di oltre 3,5 milioni di telespettatori collegati e la partecipazione dei più esperti top player di settore.

Alla domanda riguardante il segreto di questo successo il presidente Guido Giommi risponde “nessun segreto particolare, se non tanto lavoro, investimenti focalizzati e attenzione ai contenuti e alla loro indiscussa veridicità: un mix che si è dimostrato vincente per diventare tra le prime testate economiche e finanziarie italiane.”

Prima Assicurazioni rafforza la strategia omnicanale e lancia Prima Black, una soluzione esclusiva per gli agenti

Prima Assicurazioni segna una forte crescita dei volumi anche a maggio e lancia l’innovativo “Prima Black”, il nuovo prodotto dedicato agli agenti. Mentre l’Italia riparte, la tech company che opera come piattaforma assicurativa specializzata in polizze auto, moto e furgoni preme sull’acceleratore e chiude il mese con un aumento delle polizze vendute a 114 mila, il 140% in più rispetto alle 48 mila di maggio 2019, raggiungendo un totale di clienti attivi di 673 mila, in crescita dell’89% rispetto allo scorso anno. Si conferma dunque la bontà della strategia di Prima Assicurazioni, che ha continuato a registrare forti incrementi dei risultati anche durante la fase di lockdown, quando la società ha raggiunto la pietra miliare di 600 mila clienti attivi.

«Il settore assicurativo – spiega Mauro Piccinini, Chief Financial Officer di Prima Assicurazioni – si sta dimostrando particolarmente resiliente alla crisi e i dati mostrano che a maggio la nostra crescita è tornata a livelli anche superiori rispetto al periodo precedente al lockdown. Confermiamo tutti i nostri obiettivi per il 2020, compresi quelli più ambiziosi di raddoppiare i premi lordi e raggiungere 1 milione di clienti attivi a fine 2020. Lo faremo continuando a lavorare sull’eccellenza dell’esperienza dei nostri clienti, sul raffinamento dei nostri algoritmi ‘data-driven’ e su una strategia distributiva improntata all’omnicanalità».

A fine anno Prima Assicurazioni punta a ottenere una quota di premi dal canale indiretto di agenti e broker in aumento al 30% del totale dal 15% attuale. A questo scopo è stato studiato “Prima Black”, che sta già ricevendo un ottimo riscontro dalle oltre 200 agenzie della rete in continua crescita di Prima Assicurazioni. La nuova soluzione è esclusiva per gli agenti, differenziata dall’offerta online, e ha una caratteristica unica per tutelare il portafoglio dell’agente: non importa se il cliente rinnova in agenzia oppure sul sito di Prima, rimane e rimarrà sempre un cliente dell’agente.

«Prima Assicurazioni sta investendo in maniera significativa sulla rete di intermediari nella convinzione che il rapporto personale con figure specializzate sia fondamentale per i nostri clienti e per lo sviluppo del nostro business. Prima Black è pensato per gli agenti e dedicato agli agenti: non è acquistabile online e prevede un trattamento provvigionale molto remunerativo. Si tratta di una soluzione innovativa e unica sul mercato italiano: qualora il rinnovo della polizza fosse acquistato sul sito www.prima.it, l’intermediario riceverà comunque le provvigioni se si tratta di un suo cliente», sottolinea il Responsabile Business Development di Prima Assicurazioni, Andrea Balestrino (foto). «Stiamo ampliando la nostra rete e valutiamo quotidianamente nuove candidature con l’obiettivo di continuare a inserire nuovi agenti e broker che siano pronti a far parte del nostro progetto con impegno e passione. Per presentare la propria candidatura gli intermediari iscritti in A o B possono consultare il sito www.prima.it/intermediari o mettersi in contatto con noi all’indirizzo intermediari@prima.it» conclude Balestrino.

Le altre caratteristiche principali di Prima Black sono flessibilità tariffaria, garanzie più tutelanti e remunerazione tra le più premianti sul mercato. Prima Assicurazioni ha creato inoltre una piattaforma dedicata agli intermediari nuova e intuitiva, tecnologicamente all’avanguardia, che permette, tra l’altro, una preventivazione in 30 secondi e il monitoraggio costante di produzione e commissioni.

Nasce QUIXA. Patrick Cohen (CEO di Axa): “Ulteriore tassello della nostra crescita”

Patrick Cohen: “Quest’integrazione consolida il ruolo di AXA protagonista nel Paese e rispecchia perfettamente la nostra strategia che vede al centro la semplificazione dell’esperienza cliente, grazie anche all’utilizzo della tecnologia”

A guidare la nuova società col ruolo di Amministratore Delegato sarà Domenico Martiello, Chief Distribution Officer del Gruppo AXA Italia.

Il Gruppo AXA Italia, leader del mercato assicurativo italiano con un giro d’affari di 6,7 miliardi e 4,5 milioni di clienti, si rafforza ulteriormente con l’ingresso al suo interno di QUIXA Assicurazioni SpA. La società a cui è stato trasferito il portafoglio assicurativo di AXA Global Seguros y Reaseguros, che da oltre 10 anni opera in Italia con il brand QUIXA.
QUIXA, attiva nel mercato diretto dell’assicurazione auto, serve più di 275.000 clienti, con oltre 110 milioni di premi, con un team di circa 200 dipendenti. QUIXA vanta una storia di innovazione che l’ha portata a essere una compagnia 100% digitale, con un livello di soddisfazione del cliente, al vertice del mercato assicurativo italiano.
Insieme ad AXA, primo brand assicurativo al mondo per il 10° anno consecutivo, QUIXA continuerà a investire nel servizio al cliente, accelerando lo sviluppo di soluzioni digitali che, in coerenza con la strategia del Gruppo AXA, diano ai clienti risposte pratiche e concrete in particolare nell’ambito degli ecosistemi del mobility, del salute e del living. QUIXA inoltre punterà sulle partnership per rafforzare la propria presenza sul mercato e raggiungere un numero più ampio di clienti.
La guida di QUIXA Assicurazioni S.p.A. viene affidata a Domenico Martiello, che ha un’esperienza di oltre 20 anni in AXA, acquisita rivestendo ruoli strategici in Italia e presso la holding, attualmente è Chief Distribution Officer del Gruppo AXA Italia; incarico che manterrà, per continuare ad assicurare lo sviluppo del business complessivo in Italia. Quale CEO di QUIXA, Domenico sarà affiancato da Ivan Pivirotto, attuale Responsabile delle Partnership di AXA Italia, che si occuperà dello sviluppo della Compagnia e del suo business.

Patrick Cohen, CEO di AXA Italia ha così commentato: “Con l’ingresso di QUIXA nel perimetro di AXA Italia si aggiunge un ulteriore tassello della nostra crescita e del nostro consolidamento come protagonisti del mercato italiano. Quest’integrazione rafforza uno dei pilastri della nostra strategia, che punta ad offrire un’esperienza cliente sempre più semplice e intuitiva, grazie all’utilizzo della tecnologia. Quixa ha una vocazione 100% digitale e mobile first, una eccellente competenza tecnica, la capacità di innovare, l’agilità e la rapidità di esecuzione, in aggiunta alla ottima guida di Domenico Martiello. Sono questi gli elementi sui quali faremo leva per conseguire una crescita sostenibile e profittevole, affermandoci con un posizionamento sul mercato che renda più evidente e sinergico il collegamento con AXA Italia.”